Vincitori 2016

Vincitore "La Fragolina d'Oro"  per la  Pittura

Mario La Carruba - Arcaici plastificati simbolismi, 2016, olio su tela, cm 80 X 80

E' la ricerca del caos razionale nella realizzazione artistica, cioè ogni elemento, apparentemente caotico è inserito razionalmante o è il caos a far nascere il soggetto artistico? Per quanto mi riguarda, l'iniziare una nuova opera, è sempre problematica, come se mi accostassi alla vergine tela per la prima volta, ed ecco prendere possesso il caos iniziale, che pian piano sfuma nella razionalità dell'esperienza della ricerca unita ad una tecnica sviluppatasi nel tempo.

Vincitore "La Fragolina d'Oro"  per la  Scultura

Sabrina Trasatti - Scudo Termico, 2016, lavorazione filo di ferro e filo spinato con frammenti di specchio assemblati su base di poliuretano espanso, cm 130 x 80 x 100

Lo scudo termico è una parte essenziale di un veicolo spaziale, serve quando deve effettuare un rientro nell’atmosfera di un pianeta, per proteggerlo dal surriscaldamento. L’astronave - Uomo viaggia nello spazio tempo della vita e spesso indossa la tuta di filo spinato come protezione dall’impatto con gli altri corpi ma a volte l’identità così nascosta va in frantumi.

Targa di Merito "La Fragolina d'Oro" per la Pittura

Gabriella Di Trani - Marilin, 2013, polimaterico, Cm 40 x 40 x 3

Gabriella Di Trani, espone dal ‘79. Nei primi anni ‘80 inserisce nel contesto artistico performance. Sperimenta anche una dimensione virtuale dell’immagine. Partecipa a progetti multimediali alla Biennale di Londra e Instabul (2005). Con M.Art Center ha partecipato alla 52 Biennale di Venezia. Nel 2011 invitata da G.Di Genova ha partecipato alla 54 Biennale di Venezia a cura di V.Sgarbi. Nel 2014 presenta ad A. Fuori Centro, a cura di Ivana D’Agostino la video installazione “Dal mito di Serapide all’Allegoria della Prudenza”.

Danilo Buniva - FALSOPIANO, 2016, polittico, olio su tela, cm 100 x 100

Ha frequentato il Liceo Artistico di via Ripetta in Roma. Si è avvicinato alla pittura dapprima da autodidatta e successivamente seguendo i corsi del Maestro Marcello Marcozzi, prediligendo la tecnica olio su tela. Ha continuato lo studio dello spazio seguendo i corsi del Maestro scultore Tonino Scuccimarra ed ha iniziato la realizzazione di sculture in terra cotta.

Barbara Giacopello - Sintesi di segni e colore #14, 2016, polittico, acrilico su tela, cm 140 x 100

La realtà si frammenta e si ricompatta in una composizione organica. La sintesi di segni e colore è il sunto di una ricerca incentrata sull’attenzione alle possibilità espressive di moduli solo in apparenza isolati: reiterati, traslati, ruotati, assemblati, danno origine a strutture sempre nuove. Nel caso specifico, la simmetria crea un gioco caleidoscopico. La semplicità delle forme è la fonte del movimento che anima l’intera opera.

Targa di Merito "La Fragolina d'Oro"  per la  Scultura

Enrico Saggese - Chasma Dianae - Abisso di Diana, 2016, tecnica mista, cm 80x35x20

Chasma Dianae - Abisso di Diana, un gioco di parole che ricordano il Diana Chasma ovvero una formazione geologica del pianeta Venere, che prende il nome dalla Dea Romana Diana, l'immagine di un cervo conduce l’osservatore su un precipizio ancestrale, l’immacolata verginità che la Dea stessa protegge.

Lauro Papale - Guardia Imperiale, 2015, ceramica, cm 43 x 24 x 7

Lauro Papale (1945), si è diplomato presso il Liceo Artistico e l’accademia di belle Arti di Roma. Dal 1976 ha partecipato a progetti e mostre personali e collettive. L’opera esposta fà parte di una produzione il cui intento è quello di manifestare l’evidente ispirazione allo “spirito” dell’arte precolombiana i cui tipici elementi figurativi sono studiati, trasformati e assemblati in composizioni in grado di assumere un carattere totalmente nuovo e originale.